LA SATIRA

LA SATIRA

La definizione di satira va dettagliata sia rispetto alla categoria della comicità, del carnevalesco, dell'umorismo, dell'ironia e del sarcasmo, con cui peraltro condivide molti aspetti:

  • con il comico condivide la ricerca del ridicolo nella descrizione di fatti e persone,
  • con il carnevalesco condivide la componente "corrosiva" e scherzosa con cui denunciare impunemente,
  • con l'umorismo condivide la ricerca del paradossale e dello straniamento con cui produce spunti di riflessione morale,
  • con l'ironia condivide il metodo socratico di descrizione antifrasticamente decostruttiva,
  • con il sarcasmo condivide il ricorso peraltro limitato a modalità amare e scanzonate con cui mette in discussione ogni autorità costituita.

Essa si esprime in una zona comunicativa "di confine", infatti ha in genere un contenuto etico normalmente ascrivibile all'autore, ma invoca e ottiene generalmente la condivisione generale, facendo appello alle inclinazioni popolari; anche per questo spesso ne sono oggetto privilegiato personaggi della vita pubblica che occupano posizioni di potere.

Queste stesse caratteristiche sono state sottolineate dalla Corte di Cassazione che si è sentita in dovere di dare una definizione giuridica di cosa debba intendersi per satira:

« È quella manifestazione di pensiero talora di altissimo livello che nei tempi si è addossata il compito di castigare ridendo mores, ovvero di indicare alla pubblica opinione aspetti criticabili o esecrabili di persone, al fine di ottenere, mediante il riso suscitato, un esito finale di carattere etico, correttivo cioè verso il bene. »
(Prima sezione penale della Corte di Cassazione, sentenza n. 9246/2006)

sabato 6 ottobre 2012

STRAKER: IL SOLITO BUGIARDO






RESOCONTO del 5 OTTOBRE 2012

Un sincero grazie a tutti coloro che il 5 ottobre, giorno dell'udienza filtro, svoltasi presso il Tribunale di Sanremo, erano presenti, vuoi fisicamente, vuoi con attestati di stima e sostegno e quant'altro.

Comunque sia, a Sanremo, i sostenitori di Tanker Enemy erano una ventina e già tutti presenti alle 8:30 a.m. circa.

IL NUMERO È FALSO. AD ESSERE ESAGERATI, ERANO IN DODICI.


In lontananza, dietro ad una palma, c'era anche il testimone per la "parte offesa": Angelo Nigrelli, intento nello scattare furtivamente fotografie, usando un potente teleobiettivo,

FALSO. IO SONO ARRIVATO ALLE 8.44 (precise) E MI SONO DIRETTO SENZA INDUGIO ALL’INGRESSO DEL TRIBUNALE.
Sono arrivato a piedi da Corso Cavallotti; dall’angolo di Via Anselmi si vede l’ingresso del Tribunale davanti al quale c’era un gruppetto di persone (dieci, per l’esattezza, compreso l’imputato Rosario Marcianò); ho scattato una foto che prova sia il numero che l’ora.
FALSO. NON AVEVO IN USO IL TELE MA SOLO L’OTTICA NORMALE DELLA MIA FOTOCAMERA: 18-55 mm.

al gruppo di amici convenuti per il... processo al sottoscritto.

È INUTILE CHE CERCHI DI IRONIZZARE (il… processo): QUESTO È UN PROCESSO VERO, IN TRIBUNALE, CON L’IMPUTATO (Rosario Marcianò), LE PARTI LESE, GLI AVVOCATI, IL P.M. E ALLA FINE… IL GIUDICE.

Più tardi, in aula dibattimentale, erano presenti, ovviamente, gli amici attivisti, mentre in un angolo, c'era Angelo Nigrelli, al quale era stata comunque sottratta, dagli agenti di sicurezza, la macchina fotografica che aveva al collo e che gli è stata restituita all'uscita.

FALSO E STRAFALSO! BUGIARDO A TEMPO PIENO!
Intanto io sono entrato in aula mentre il Rosario (ogni grano, una bugia) e la combriccola scia-comica era ancora fuori dal cancello esterno del Tribunale e quindi nessuno di loro avrebbe potuto assistere all’eventuale, improbabile e inverosimile “sottrazione” della macchina fotografica.
La verità, ovviamente, è tutt’altra.
È vero che io avevo la macchina a tracolla ed è anche vero che gli agenti di sicurezza non potevano farmi entrare con quell’aggeggio ben in vista. Ho chiesto loro se, per favore, potevano tenermela in guardiola per la durata dell’udienza, han detto che sì, a condizione che me la andassi a ritirare e non gliela lasciassi in regalo… Cordiale risata generale e via dentro!
Astrakkì… sono mesi che blateri dei miei presunti agganci con tutte le autorità di polizia, con le mie presunte protezioni in tribunale, ecc. ecc. e poi te ne esci che mi “sottraggono” la macchina fotografica??? Ma allora… o ci sei… o ci fai!

Oltre al Nigrelli non si è visto nessuno e tantomeno eSSSe (Stefano Luciani alias eSSSe alias stefano67 alias lemoste - steluci@gmail.com - http://www.linkedin.com/pub/stefano-luciani/21/a9a/426) che, invece, su strakerenemy, cianciava di essere a Sanremo già dal pomeriggio del 4 ottobre. Nigrelli era quindi solo e quindi le storielle raccontate dai suoi amichetti di strakerenemy, sono completamente destituite di ogni fondamento.

QUESTO È QUELLO CHE TU SPERI…

Per quanto riguarda il dibattimento, questo, come accennavo ieri, non si è svolto, in quanto la difesa ha chiesto un rinvio (!), giacché presentatasi senza documentazione ed in assenza della "parte offesa", ovvero Enrico Nigrelli e consorte. Il processo è stato quindi rinviato in un battito di ciglia, senza alcuna opposizione da parte del PM e del Giudice, al prossimo 15 febbraio 2013.

ROSARIO “LA DIFESA” È LA TUA PARTE.
SEI TU L’IMPUTATO CHE VIENE PROCESSATO!

Ammettiamo che tu abbia fatto confusione (come tuo solito) dei termini difesa e accusa e andiamo avanti.

COME FAI AD AFFERMARE CHE L’ACCUSA SI È PRESENTATA SENZA DOCUMENTAZIONE? HAI FRUGATO NELLA BORSA DEGLI AVVOCATI?
COSA C’ENTRA L’ASSENZA DELLE PARTI LESE CHE NON ERANO PRESENTI?
A NESSUNO DI NOI, TE COMPRESO, ERA RICHIESTA LA PRESENZA ESSENDO QUELLA UNA UDIENZA TECNICA. E TU LO SAPEVI BENE, QUANTO NOI!

Se tutti erano già d’accordo, compreso il tuo difensore, perché mai il P.M. o il Giudice avrebbero dovuto fare opposizione? E a chi?

Anche se i legali non erano dell'idea che il sottoscritto dovesse presenziare,

Magari pensavano che la tua sola presenza potesse ulteriormente aggravare la tua posizione?
Allora: poco sopra rimproveri l’assenza all’udienza delle parti lese come una delle cause del rinvio e qui candidamente affermi “i legali non erano dell'idea che il sottoscritto dovesse presenziare”?
Ma tu sei l’IMPUTATO: sei e sarai OBBLIGATO (salvo causa di forza maggiore, nel qual caso sarai dichiarato contumace) a presenziare al dibattimento. Quindi, se ieri neanche tu eri obbligato a presenziare a maggior ragione è dimostrato il fatto che le parti lese non sono intervenute perché non era necessario.
ho voluto comunque esserci e mi sono presentato regolarmente di fronte al Giudice Eduardo Bracco, come si conviene, a testa alta.

Non era necessario. Hai solo voluto dimostrare a quelle dieci ingenue persone che erano con te il tuo “coraggio” ben sapendo che nessuno ti avrebbe detto niente e che nessuno ti avrebbe consentito di parlare.
Squallido, con la cartellina rosa in mano… Pallido come cencio… come uno che ha passato l’estate senza prendere un minimo di sole per paura delle scie… ben chiuso in casa dietro ad un monitor ad esaminare video farlocchi e a sputare veleno su tutta le gente normale che invece si godeva il sole e il clima della Riviera.

Al termine dell'"udienza" gli amici e sostenitori nonché attivisti contro la geoingegneria clandestina militare ed illegale si sono trasferiti in un bar nelle adiacenze del Tribunale.

Almeno al bar, hai spiegato ai tuoi boccaloni che in realtà nel processo in corso la “geoingegneria clandestina ecc. ecc.” non c’entra per niente? Sai, forse loro sono convinti che ti processano per le boiate che scrivi sulle scie… E invece NO!
Nessuno parlerà di scie nel corso del processo!

Hai presente questa tua denuncia?


Ti processano perché hai denunciato, diffamato e perseguitato (e ancora continui a farlo) due persone che non si sono mai occupate né delle scie né tantomeno della tua persona.
Ti è chiaro il concetto?

Successivamente il gruppo si è riunito intorno ad un tavolo di un ristorante fuori Sanremo ed hanno pranzato allegramente insieme. Il convivio, durante il quale si è anche parlato delle strategie di informazione future, è durato sino alle 17 circa, dopodiché, felici di questo importante incontro, che ha sicuramente confermato la coesione tra i ricercatori indipendenti, ci si è accomiatati ed ognuno è tornato a casa, con la promessa di incontrarsi di nuovo.

TUTTI FELICI? ALLORA NON GLI HAI DETTO NIENTE… O SOLO LE SOLITE BUGIE!

WASP

26 commenti:

  1. É il solito bugiardo patentato. Ormai nemmeno lui distingue più le sue bugie dalla realtà.

    RispondiElimina
  2. Wasp, ha avuto il teleobiettivo del suo amico panzone pelato davanti agli occhi per ore, si vede che si è eccitato e poi vedeva teleobiettivi ovunque.
    Ma poi lo sai che DEVE scrivere queste cose altrimenti non gli arrivano soldini, dai. Non te la prendere. Tanto ormai è nella merda fino al collo.
    Grazie ancora per tutto. :D

    RispondiElimina
  3. «Rosario - ogni grano, una bugia» è bellissima.

    RispondiElimina
  4. Bugiardo e mi immagino pure che sia uno scroccone, me lo immagino al bar che scrocca due tramezzini ai suoi sostenitori, magari affermando di aver dimenticato i soldi a casa...

    RispondiElimina
  5. ...al quale era stata comunque sottratta, dagli agenti di sicurezza, la macchina fotografica che aveva al collo e che gli è stata restituita all'uscita.

    Probabilmente è quanto è accaduto al suo amico sovrappeso e dai cappelli diradati (dio li fa ecc. ecc.).
    straker si è solo confuso su chi abbia ricevuto quel trattamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Porello!!! Lui si confonde sempre!

      Elimina
  6. Ma allora Straccher l'accher è una notorietà a Sanremo:
    http://img821.imageshack.us/img821/4952/articolof.jpg

    Da notare come venga definito "tecnico informatico" che "affronta tematiche legate all'ambiente" invece del più calzante "fannullone nullafacente" che "cerca di spennare poveri gonzi spacciando inverosimili balle per realtà", ma, nonostante questo e invece di essere grato e riconoscente della cosa, su FaceBook Rosario "Gratitudine fatta persona" Marcianò definisce "avvoltoio" chi ha scritto l'articolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è un errore di "STOMPA": voleva dire tecnico "inforNatico".
      Nel senso che non schioda le chiappe dalla poltroncina...

      Ha detto che al giornalista "è stata passata la velina", intendendo che fosse la parte offesa ad aver insistito per la pubblicazione.
      Niente di più falso, anzi il giornalista (Giulio Gavino) si sta prendendo insulti provenienti da ambedue gli schieramenti. Gli sciachimisti lo accusano di non aver menzionato le "scie chimiche" mentre da parte nostra lo accusiamo di aver pubblicato per esteso nomi e cognomi dei protagonisti. Infatti, normalmente, tutti vengono indicati con le iniziali "per questioni di privacy"; nella stessa pagina, la notizia sopra il trafiletto che ci riguarda, e che concerne un condannato all'ergastolo, lo stesso viene indicato con le iniziali! Vuol dire che vale di più la privacy di un ergastolano che quella di due (anzi, tre) onesti cittadini?

      Elimina
  7. Margotti Street7 ottobre 2012 20:01

    "Ti processano perché hai denunciato, diffamato e perseguitato (e ancora continui a farlo) due persone che non si sono mai occupate né delle scie né tantomeno della tua persona.
    Ti è chiaro il concetto?"
    Se gli è chiaro fa finta che non lo sia, altrimenti come farebbe a darla ad intendere ai quattro gonzi quattro, che sono venuti a farsi un giretto a Sanremo convinti che in Tribunale di parlasse dei loro complotti preferiti? Ah belli!!! Sveglia!!! La causa in questione non vi coinvolge per niente: il vostro guru, come al solito, ve la sta raccontando a modo suo.

    RispondiElimina
  8. Sei un povero vigliacco senza palle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosario, grazie della visita e del link.
      Chissà che qualcuno dei tuoi "turlupinati" leggendomi non apra il cervello e finalmente capisca quanto li stai prendendo in giro...
      Torna quando vuoi, qui non c'è censura. Qui siamo liberi!

      Elimina
    2. E lui sarebbe quello con le palle?
      Mamma mia. Sembra il gangster di un fil di terz'ordine. Strakkino, aggiorna almeno un po' il linguaggio.

      Elimina
    3. Sei un povero vigliacco senza palle.

      ... scrisse colui che ha detto "non è mio interesse occuparmi dei disinformatori", però è sempre qui o su strakerenemy a leggere.

      Ora hai scritto il tuo insulto, puoi andare a vantarti di ciò dai tuoi gonzi.

      Elimina
    4. Quando l'11 luglio 2011 siamo stati faccia a faccia, però, quello che dovrebbe avere le palle è scappato a gambe levate correndo per via Volta...
      Forse, quella volta, le palle le aveva solo negli occhi.

      Elimina
    5. Sei un povero vigliacco senza palle

      Ha parlato quello che fa il bullo solo davanti al monitor del suo piccí.
      In tutti gli altri casi sei un coniglione cacasotto tremebondo.
      Quando c'era da presenziare a convegni in cui non c'erano il tuo stuolo di gonzi adoranti, mandavi il buon Vibravito a fare figure di merda, mentre tu te ne stavi con il tuo culone ben piantato sulla sedia davanti il monitor del tuo piccí.
      Ora sei immerso nella merda fino al collo per le tue malefatte, peggio per te.
      Ulula alla luna fin che vuoi, non ti servirá a nulla.
      Un unica cosa ti si puó dire :

      Straker

      PUPPA !!!!!

      Elimina
    6. Errata: "non c'era il tuo stuolo" invece di "non c'erano il tuo stuolo"

      Elimina
    7. detto da te caro il mio rosario può essere solo un complimento.

      Sopratutto considerando che sei 100'000 volte peggio di quel che hai detto a wasp

      Elimina
  9. Disse il cogniglietto che scappava a gambe levate, sudaticcio e tremante.

    Esci ogni tanto, venerdì eri di un pallido che sembravi un alieno :P

    RispondiElimina
  10. Certo che però è proprio alla frutta. Ormai l'unica cosa che riesce a fare e scrivere insulti a destra e a sinistra strillando come una checca impazzita.

    Rosario, stai andando fuori di testa: molla il colpo, ritirati finché sei in tempo prima di esplodere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molla il colpo, ritirati finché sei in tempo prima di esplodere.

      Anche se lo volesse ora, non potrebbe più. Ormai è nella merda, e finalmente ci sarà un triste epilogo per questo infimo e lugubre personaggio.

      Noi tutti godremo quel giorno, Sterker coglione.

      Elimina
  11. ci si è accomiatati
    Questa è quasi meglio di "acconguagliati"...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno "accomiatati" in italiano esiste...

      Elimina
  12. Solidarietà a Wasp e famiglia.

    Purtroppo cercando di smascherare e smentire questo patetico essere e le sue fregnacce, sono state coinvolte altre persone ignare di tutto ciò.
    Non hai nessuna colpa, è Sterker comandante sterco-ambulante che ha fatto tutto. E ora pagherà.

    RispondiElimina
  13. Ehm... insiste, credo che una denuncia non gli basti:

    Il pistola con un nick da telefilm ha scritto:

    "Angelo Nigrelli (o chi per lui) ha violato l'account di Doriano54 ed ha creato questo post:

    http://lesciechimicheagenovafotodidoriano54.blogspot.it/2012/10/bugie-sempre-bugie.html#comment-form

    REATI:

    Sostituzione di persona, violazione di accesso informatico, diffamazione, stalking, minacce, calunnia etc."


    Per me è autolesionismo.
    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasciamolo dire...
      Io non sono tecnicamente (date le mie scarse conoscenze informatiche) neanche in grado di "violare" il MIO di account, figuriamoci quello di un altro!

      Elimina
  14. Io a questo punto una bella denucia per calunnia gliela farei avere.
    Solidarietà a Wasp.

    RispondiElimina