LA SATIRA

LA SATIRA

La definizione di satira va dettagliata sia rispetto alla categoria della comicità, del carnevalesco, dell'umorismo, dell'ironia e del sarcasmo, con cui peraltro condivide molti aspetti:

  • con il comico condivide la ricerca del ridicolo nella descrizione di fatti e persone,
  • con il carnevalesco condivide la componente "corrosiva" e scherzosa con cui denunciare impunemente,
  • con l'umorismo condivide la ricerca del paradossale e dello straniamento con cui produce spunti di riflessione morale,
  • con l'ironia condivide il metodo socratico di descrizione antifrasticamente decostruttiva,
  • con il sarcasmo condivide il ricorso peraltro limitato a modalità amare e scanzonate con cui mette in discussione ogni autorità costituita.

Essa si esprime in una zona comunicativa "di confine", infatti ha in genere un contenuto etico normalmente ascrivibile all'autore, ma invoca e ottiene generalmente la condivisione generale, facendo appello alle inclinazioni popolari; anche per questo spesso ne sono oggetto privilegiato personaggi della vita pubblica che occupano posizioni di potere.

Queste stesse caratteristiche sono state sottolineate dalla Corte di Cassazione che si è sentita in dovere di dare una definizione giuridica di cosa debba intendersi per satira:

« È quella manifestazione di pensiero talora di altissimo livello che nei tempi si è addossata il compito di castigare ridendo mores, ovvero di indicare alla pubblica opinione aspetti criticabili o esecrabili di persone, al fine di ottenere, mediante il riso suscitato, un esito finale di carattere etico, correttivo cioè verso il bene. »
(Prima sezione penale della Corte di Cassazione, sentenza n. 9246/2006)

domenica 6 maggio 2012

06-05-2012 - È aperta la caccia al cucco... ma i cucchi sono rari!


All'anima della modestia! Punterebbero a 50.000 euro esentasse!!!
E le reazioni?
Il primo che risponde chiede l'IBAN... Se leggesse questo blog lo saprebbe: l'ho pubblicato ieri!

La Silvana Bighi, poverina, non ha neanche gli occhi per piangere... altro che fare offerte, è molto più bisognosa dell'indipezzente per cui... nisba!

Il terzo... "MISSION IMPOSSIBLE"...

Corrado, che come sappiamo è previdente, malgrado la sua approfondita conoscenza di tutte le varie branche dello scibile umano e alieno, per andare a raccogliere cicoria nei prati della sua zona si è fornito di un "libbricino" (sì, proprio di un LiBBricino... laurea comprata [vero TdM?]).
Forse non vuol confondere la malva con la canapa? O la cannabis col papavero?


Buona settimana a tutti!

WASP

7 commenti:

  1. Guadagnarseli da solo i soldi no?
    Ma come cazzo può anche solo pensare (figurati proporre) di chiedere soldi in questo periodo storico in cui c'è gente che non arriva a metà mese o è disoccupata...

    Gente che non ha mai lavorato e che non si rende conto di come gira il mondo...

    RispondiElimina
  2. Piante spontanee e selvatiche e commestibili?
    Ma ce ne sono ancora nonostante l'avvelenamento e la distruzione dei biomi?
    E, ammesso che qualcuna sia sopravvissuta, non dovrebbero essere inquinate dal bario, dal silicone silica, dall'alluminio e tutte quelle altre cose che, a tonnellate, vengono sparse in cielo?
    Forse corrado vuole suicidarsi, scegliendo una morte lenta ed atroce da offrire come supremo sacrificio per salvare l'umanità.

    RispondiElimina
  3. Roba da matti, che infimi personaggi... Solo chieder soldi, sanno.

    RispondiElimina
  4. e povera silvana....

    corrado e terrazzati infimi e piccinini:

    perchè non aiutate quella povera ragazza visto che sfacciatamente
    chiedete e levate soldi a tutti
    almeno una cosa buona -su zero fatte fino ad ora- forse riuscite a farla!

    METE rettiliana che non sopporta i PARASSITI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no METE, corrado e i suo compagni di merende sanremesi sono capaci solo di scroccare soldi ai gonzi che si bevono le loro balle.
      Corrado poi, i soldi che ha, li spende tutti per comprarsi le canne, strakkino e' un fannullone per vocazione, per il quale il lavoro e' anatema. Zret e' mantenunto dallo stato per farsi prendere per i fondelli dai suoi studenti.
      Cosa vuoi che importi loro se molti dei poveri cristi che infinocchiano non riescono a tirare a fine mese, l'importante e' continuare raccattare soldi dagli inegnui raccontando balle ...

      Elimina
  5. Che tristezza, vergognosi accattoni!

    RispondiElimina
  6. Acqiuistare??!! Per la Serie : La Grammatica un Opinione....

    RispondiElimina