LA SATIRA

LA SATIRA

La definizione di satira va dettagliata sia rispetto alla categoria della comicità, del carnevalesco, dell'umorismo, dell'ironia e del sarcasmo, con cui peraltro condivide molti aspetti:

  • con il comico condivide la ricerca del ridicolo nella descrizione di fatti e persone,
  • con il carnevalesco condivide la componente "corrosiva" e scherzosa con cui denunciare impunemente,
  • con l'umorismo condivide la ricerca del paradossale e dello straniamento con cui produce spunti di riflessione morale,
  • con l'ironia condivide il metodo socratico di descrizione antifrasticamente decostruttiva,
  • con il sarcasmo condivide il ricorso peraltro limitato a modalità amare e scanzonate con cui mette in discussione ogni autorità costituita.

Essa si esprime in una zona comunicativa "di confine", infatti ha in genere un contenuto etico normalmente ascrivibile all'autore, ma invoca e ottiene generalmente la condivisione generale, facendo appello alle inclinazioni popolari; anche per questo spesso ne sono oggetto privilegiato personaggi della vita pubblica che occupano posizioni di potere.

Queste stesse caratteristiche sono state sottolineate dalla Corte di Cassazione che si è sentita in dovere di dare una definizione giuridica di cosa debba intendersi per satira:

« È quella manifestazione di pensiero talora di altissimo livello che nei tempi si è addossata il compito di castigare ridendo mores, ovvero di indicare alla pubblica opinione aspetti criticabili o esecrabili di persone, al fine di ottenere, mediante il riso suscitato, un esito finale di carattere etico, correttivo cioè verso il bene. »
(Prima sezione penale della Corte di Cassazione, sentenza n. 9246/2006)

venerdì 15 febbraio 2013

"LA VERITÀ TI FA MALE, LO SO"



Come tanti ben sanno, oggi (15 febbraio 2013) si è svolta la prima udienza del processo che vede Rosario Marcianò imputato di diffamazione nei confronti dei coniugi Enrico Nigrelli e Daniela Selvini.
Ecco come l'imputato racconta, a modo suo e falsandola quasi totalmente, la cronaca della stessa (le parti in rosso sono le mie precisazioni e commenti):

Straker ha lasciato un nuovo commento sul post "Scie chimiche ed elezioni":

RESOCONTO SULL'UDIENZA SVOLTASI OGGI, 15-02-2013

All'apertura del dibattimento nel processo per "diffamazione" a carico di Rosario Marcianò, il Giiudice Marco Zocco

> Il Dott. Marco Zocco è un PM e in questo procedimento non c'entra niente; il Giudice è il Dott. Eduardo Bracco! <

ha chiesto se erano presenti tutti i testimoni (della difesa e della parte civile), ma è risultato che nessuno aveva avvertito i testimoni della difesa con una convocazione scritta, come di rito.

> I testimoni dovevano essere convocati dall'avvocato difensore, se non l'ha fatto non è certo colpa del Tribunale e tanto meno dell'accusa. 
Ma c'è di più. È stato proprio il Rosario Marcianò a sconsigliare i suoi testimoni dall'intervenire in quanto la loro presenza “non è indispensabile”, come si dimostra da questo messaggio pubblicato in data Martedì 12 febbraio 2013 sulla sua pagina di Facebook: <

>>Rosario Marcianò ha condiviso la foto di Rosario Marcianò.
Martedì (12-02-2013)

Ricordo agli amici che seguono Tanker Enemy e le kafkiane vicissitudini con la giustizia (con la g minuscola) del suo Presidente, che la prossima udienza nel processo penale per supposta diffamazione (è tutta da provare!) è prevista per il 15 febbraio 2013. In questa occasione non saranno ancora richiesti i testimoni a difesa, la cui lista è già stata presentata nei mesi scorsi.
Per questo motivo, la loro presenza non è indispensabile, a meno che non si voglia assistere al dibattimento. Per maggiori dettagli si veda l'articolo qui di seguito indicato.
http://www.tankerenemy.com/2012/02/la-giustizia-come-bavaglio-dei.html <<

Constatata quindi l'assenza dei testimoni a difesa di Rosario Marcianò, il Giudice ha deciso di proseguire ugualmente, procedendo all'escussione dei testimoni della... "parte offesa"

> FALSO! Nessun testimone è stato “escusso” oggi! <

e cioè Enrico Nigrelli e Daniela Selvini,

> Enrico Nigrelli e Daniela Selvini Nigrelli sono i querelanti, ovvero la parte lesa, costituiti in questo procedimento come PARTE CIVILE! <

rispettivamente figlio e nuora di Angelo Nigrelli, conosciututo su Facebook con il nome di comodo Mario Lipuma.

L'avvocato difensore ha eccepito su un vizio di imputazione, in quanto la diffamazione a mezzo stampa non è contemplata per i blog, che non sono assimilabili a testata giornalistica. Il Giudice ha accettato l'eccezione. Per questo motivo è risultata anche evidente la mancanza di udienza preliminare.

> Delle due l'una, Rosario: se il tuo blog (secondo questa interpretazione) non fosse soggetto alla diffamazione a mezzo stampa... non lo sarebbe neanche il mio … perciò perché continui a denunciarmi? <

Formalmente il processo non avrebbe quindi potuto proseguire per un evidente vizio di forma, ma si è deciso comunque di procedere con il dibattimento.

Ascoltati i testimoni della "parte offesa",

> Ancora! Quelli ascoltati non erano testimoni ma parte lesa! <

costituitisi, come di rito, "parte civile", si è avuta conferma della linea che l'accusa segue in questo caso in cui il soggetto diffamato, insultato e calunniato quotidianamente, viene sottoposto a processo. SUBLIME!

> Ma quando lo capirai che i soggetti diffamati, insultati e calunniati sono i coniugi Nigrelli e non tu che, al contrario, sei processato per quegli stessi reati? <

Il Giudice Marco Zocco, ascoltati i testimoni e valutate alcune posizioni ambigue del processo,

> Duro di comprendonio! Il Giudice non è quello e i due ascoltati non sono testimoni ma parti lese! <

ha chiesto più volte alla parte civile se aveva intenzione di rimettere la querela.
I Nigrelli hanno rifiutato questa opzione.

> Ti sarebbe piaciuto, vero? Un bel colpo di spugna e via a cantar vittoria in rete! <

A tale richiesta il sottoscritto, pur chiarendo la sua disponibilità, in linea di principio, a non proseguire nella lite,

> Bugiardo! Ma quando mai hai mostrato disponibilità? Non ricordi più che non hai neanche ritirato le raccomandate con l'invito a cancellare il post incriminato e così chiudere la faccenda? O ti devo ricordare l'arrogante risposta data da te allo stesso invito che ti è stato rivolto dal Direttore Generale della ASL sanremese?

Esattamente questa:


MARTEDÌ, GENNAIO 22, 2013


La ASL sanremese, per voce del suo Direttore Generale Prof. Mario Cotellessa, con toni perentori e minacciosi, mi intima ancora di rimuovere dalla Rete qualsiasi voce inerente il libro "Ho cercato di salvarti" edarticoli, video e quant'altro ad esso collegati. La mia risposta è NO! Personalmente mi sono sempre assunto le mie responsabilità e non faccio alcuna marcia indietro nel denunciare i retroscena di questa storia! Voi, Dottor Cotellessa, siete capaci di assumervi le vostre responsabilità? Rendiamo il processo a mio carico pubblico! Invitiamo i giornalisti ad assistere ai dibattimenti! Laviamo i panni in pubblico e vediamo se riuscite a farmi condannare!

ha voluto evidenziare di fronte al Giudice che l'attuale situazione non permette la remissione delle querele sporte contro i Nigrelli, in quanto non sussistono garanzie sulla scomparsa dalla Rete delle centinaia di interventi calunniosi ed ingiuriosi ad opera della "parte offesa", a danno del sottoposto a processo penale e che a tutt'oggi proseguono. Il sottoscritto ha pure aggiunto che preferisce che il processo prosegua, al fine di addivenire alla verità.

> La verità è già emersa: solo tu fai ancora finta di non vederla. È stato appurato senza ombra di dubbio, e proprio da te, che i due coniugi parte lesa in questo procedimento non c'entrano niente con tutto quello che tu lamenti sia stato compiuto ai tuoi danni (ammesso e non concesso sia vero), per cui non può e non potrà mai avvenire niente di quello che tu speri. I coniugi Nigrelli non hanno mai scritto una parola su di te e tanto meno contro di te, per cui non hanno assolutamente nulla da cancellare. Quando lo capirai? <

Il Giudice, constatando tale situazione, ha deciso quindi di proseguire. Giunti alle ore 13:30, lo stesso Marco Zocco conclude con l'audizione dei testimoni Nigrelli e Selvini,

> Errare è umano... Rosario è diabolico! Persevera nell'errore: non si tratta del Dott. Marco Zocco e non si tratta di testimoni! <

rinviando a prossima udienza, fissata per il 25 ottobre 2013, nel corso della quale verrano finalmente ascoltati i testimoni a difesa e lo scrivente che potrà, secondo le indicazioni del magistrato, preparare una relazione scritta che sarà messa agli atti e valutata come testimonianza.

> E faranno ridere tutto il Tribunale... se saranno infarcite di errori come queste poche righe che hai oggi pubblicato!
Poi... Rosario, perché non racconti il fatto che il Giudice Dott. Bracco, prima di concludere, ti aveva concesso la parola ma che... il tuo avvocato te l'ha tolta d'imperio? Forse per impedirti di pregiudicare irrimediabilmente la tua posizione? E solo allora TU hai dichiarato che preparerai e presenterai una memoria scritta?

>>> La verità ti fa male... lo sai... <<<

Ricorda, Rosario, lo hai scritto tu:

IL DELITTO NON PAGA. MAI!

WASP - Angelo Nigrelli

*****

 Flora e fauna sanremese nei giorni del Festival...




PERCHÉ SANREMO È... SANREMO!

9 commenti:

  1. Ottimo post!Però dovevi "pixellare" la faccia di Otelma invece delle due ragazze...

    RispondiElimina
  2. Ottimo post!Però dovevi "pixellare" la faccia di Otelma invece delle due ragazze...

    Beh, wasp è una persona estremamente corretta, otelma è un noto personaggio pubblico, le due fanciulle no, ne ha quindi rispettato la privacy

    RispondiElimina
  3. E gli straccioni del terrazzino insistono nella vaccata "il cielo qui a Sanremo è completamente BIANCO"?

    ilpeyote cfr. I foto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Per questo motivo, la loro presenza non è indispensabile, a meno che non si voglia assistere al dibattimento"
      ...ma i testi non possono assistere al dibattimento...
      lo sQUACKquerone© farà mica confusione fra testi e (LOL) tifosi?

      Elimina
  4. Ma lol ma una cosa giusta strakkino l'ha scritta?
    Cmq spero che l'avvocato gli porti via anche le mutande molto prima di quanto lo faccia il giudice...
    Anzi magari le mutande di strakkino piene di "scie" anche no ma tutti i suoi giocattolini si!

    RispondiElimina
  5. PS massima solidarietà per la parte offesa si intende, spiace sempre quando persone oneste e corrette debbano infangarsi con teppa del calibro di sterker.

    RispondiElimina
  6. A quando lo spettacolo con l'ASL?

    RispondiElimina
  7. pensierino della sera
    "è risultato che nessuno aveva avvertito i testimoni della difesa con una convocazione scritta, come di rito"
    ahem, vuoi vedere che il difensore ha volutamente evitato di convocare Morazzoni &C perché nello specifico (diffamazione da parte dello sQUACKquerone© nei confronti di Enrico Nigrelli e Daniela Selvini) nulla c'azzeccavano?
    complotto!
    ...prossima ricusazione dell'avvocato?
    :D

    RispondiElimina
  8. Ciao Wasp,
    sempre belli i fiori di Sanremo.
    Buon fine settimana
    Bruna

    RispondiElimina