LA SATIRA

LA SATIRA

La definizione di satira va dettagliata sia rispetto alla categoria della comicità, del carnevalesco, dell'umorismo, dell'ironia e del sarcasmo, con cui peraltro condivide molti aspetti:

  • con il comico condivide la ricerca del ridicolo nella descrizione di fatti e persone,
  • con il carnevalesco condivide la componente "corrosiva" e scherzosa con cui denunciare impunemente,
  • con l'umorismo condivide la ricerca del paradossale e dello straniamento con cui produce spunti di riflessione morale,
  • con l'ironia condivide il metodo socratico di descrizione antifrasticamente decostruttiva,
  • con il sarcasmo condivide il ricorso peraltro limitato a modalità amare e scanzonate con cui mette in discussione ogni autorità costituita.

Essa si esprime in una zona comunicativa "di confine", infatti ha in genere un contenuto etico normalmente ascrivibile all'autore, ma invoca e ottiene generalmente la condivisione generale, facendo appello alle inclinazioni popolari; anche per questo spesso ne sono oggetto privilegiato personaggi della vita pubblica che occupano posizioni di potere.

Queste stesse caratteristiche sono state sottolineate dalla Corte di Cassazione che si è sentita in dovere di dare una definizione giuridica di cosa debba intendersi per satira:

« È quella manifestazione di pensiero talora di altissimo livello che nei tempi si è addossata il compito di castigare ridendo mores, ovvero di indicare alla pubblica opinione aspetti criticabili o esecrabili di persone, al fine di ottenere, mediante il riso suscitato, un esito finale di carattere etico, correttivo cioè verso il bene. »
(Prima sezione penale della Corte di Cassazione, sentenza n. 9246/2006)

mercoledì 28 marzo 2012

28-03-2012 - RITA e... margherite






Non ti scordar di me...



WASP

6 commenti:

  1. Anche i miei vasi sono tutti fioriti! Sentono tutti la primavera (tranne i due del terrazzino)... :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao Ragazza! qui "Mete" ....al volo! e non ho resistito!
    ....NO i due non sentono NIENTE solo se stessi e i $$
    L'ultima dell'elicottero in video è da totale PARANOIA, ma come si fa a poter pensare che qualcuno possa prendere l'elicottero pagare un pilota e volare sopra casa di strakkinella bocca di rosa e prof tristezza ? che cosa avrebbero dovuto vedere?, baci!

    RispondiElimina
  3. Concordo con l'etichetta Sanremo nascosta. Fotografate i fiori perchè sono l'unica cosa che la rende famosa, fate le foto anche del cielo su Sanremo va, che è meglio, ma quello che vedo anche io tutti i fine settimana e che è una vera merda. Aerei senza livrea che deturpano l'azzurro del cielo in continuazione. perderete tutto il turismo con un paesaggio così e non basteranno i vostri bei fiori a tenere in piedi un posto di mare. vergognatevi solo perchè cosi facendo (tenendo nascosta la verità) contribuirete alla distruzione dei vostri paesaggi. il tempo è giunto ormai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio così, caro Anonimo. Qui gli aerei passano a 1561 mt, tutti bianchi e senza livrea... purtroppo li vede solo la coppia di malnati che bivacca su un certo terrazzino!
      Per favore non ci venire più a Sanremo: non abbiamo bisogno di altri visionari.

      Elimina
  4. hahaha convinto che non sei altro, la nostra città fa schifo perchè gente come te non ammette l'esistenza di quei fottuti aerei che immerdano il nostro cielo ogni giorno. ma presto tutto finirà e voi la pagherete.hahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì. Stai tranquillo... hihihih

      Elimina