LA SATIRA

LA SATIRA

La definizione di satira va dettagliata sia rispetto alla categoria della comicità, del carnevalesco, dell'umorismo, dell'ironia e del sarcasmo, con cui peraltro condivide molti aspetti:

  • con il comico condivide la ricerca del ridicolo nella descrizione di fatti e persone,
  • con il carnevalesco condivide la componente "corrosiva" e scherzosa con cui denunciare impunemente,
  • con l'umorismo condivide la ricerca del paradossale e dello straniamento con cui produce spunti di riflessione morale,
  • con l'ironia condivide il metodo socratico di descrizione antifrasticamente decostruttiva,
  • con il sarcasmo condivide il ricorso peraltro limitato a modalità amare e scanzonate con cui mette in discussione ogni autorità costituita.

Essa si esprime in una zona comunicativa "di confine", infatti ha in genere un contenuto etico normalmente ascrivibile all'autore, ma invoca e ottiene generalmente la condivisione generale, facendo appello alle inclinazioni popolari; anche per questo spesso ne sono oggetto privilegiato personaggi della vita pubblica che occupano posizioni di potere.

Queste stesse caratteristiche sono state sottolineate dalla Corte di Cassazione che si è sentita in dovere di dare una definizione giuridica di cosa debba intendersi per satira:

« È quella manifestazione di pensiero talora di altissimo livello che nei tempi si è addossata il compito di castigare ridendo mores, ovvero di indicare alla pubblica opinione aspetti criticabili o esecrabili di persone, al fine di ottenere, mediante il riso suscitato, un esito finale di carattere etico, correttivo cioè verso il bene. »
(Prima sezione penale della Corte di Cassazione, sentenza n. 9246/2006)

martedì 20 dicembre 2011

20-12-2011 - STRAKER, IL LERCIO - aggiornato

Siamo sotto Natale, periodo di auguri, di regali, di buoni propositi...
Anch'io mi ero riproposto di non parlare di escrementi sanremesi, almeno in questi giorni; avrei voluto postare solo belle foto, come quelle di ieri, e far vedere la città illuminata e piena di movimento.
Quest'anno, oltretutto, il clima di Sanremo sembra tornato ad essere quello di una volta: quello che ha reso famosa nel mondo la Riviera dei fiori richiamando a sé la "nobiltà" di tutta Europa, dalla Russia all'Inghilterra che qui hanno edificato le loro sontuose dimore per un soggiorno soprattutto invernale. La temperatura si mantiene oltre i dieci gradi e il sole ci gratifica della sua costante presenza, anche se a tratti qualche perturbazione di passaggio lo copre temporaneamente.

Ahimé, i miei buoni propositi sono stati violentati dal LERCIO di Baragallo che, da escremento qual è, non riesce ad evitare di ammorbare la città e il web!

È evidente che la figuraccia che ha incassato durante e dopo la conferenza di Genova e la pochezza dimostrata nei confronti del Prof. Andrea Corigliano, lo ha inacidito, anzi putrefatto, ancora di più del suo solito. 

Nel suo oramai incommensurabile delirio, ha pubblicato accuse di una gravità senza limite:


Ora, dico io, se è un mentecatto vero, che lo si curi adeguatamente. Ma se è solo UN LERCIO... che non mi venga a spiare di nuovo... non uscirò più con la sola macchina fotografica in mano!...




Le false foto pubblicate oggi, dal pessimo soggetto, per screditare, a suo dire, il cielo di Sanremo.
Il ciarlatano imbroglione non si è reso conto che la stessa foto smentisce quello che lui vorrebbe dimostrare: infatti si vede benissimo il banco nuvoloso che dal mare si avvicina alla costa ed è ovvio che quando lo stesso è arrivato sulla città ha coperto il sole! Ma le nuvole erano "in transito" non si sono fermate e non erano neanche tanto compatte, tanto è vero che persino nella sua seconda foto si vedono delle zone di intenso azzurro.


Il commento di un "pezzente" (nel senso di seguace dei ricercatori "indipezzenti").
Notare come in ben cinque anni di pubblicazione di blog, commenti, conferenze, apparizioni tv, interventi in radio, e una vita vissuta a sfornare falsi, sia riuscito a raccattare neanche 300 gonzi... neanche paganti, come conferma Denis:


Questa è una porzione di cielo su Sanremo alle 16:08 (non ho fatto altre foto per mancanza di tempo):

Questo, invece, è il tramonto di stasera (ore 18:34:19) opera dell'amico Carlo Bonfiglio (grazie, Carlo!):


Questo è il VERO CIELO DI SANREMO, capito Stercorarius Sanremensis?

AGGIORNAMENTO - Mercoledì 21 dicembre 2011

Aggiungo alcune foto scattate oggi alle 14:20 circa:

Il cielo su Via Pallavicino


La "piccionara" del quartiere


Bianco e Azzurro: i colori della Sanremese


Stormo di "irroratori" a quota lampioni... e anche meno


Terrificanti! sicuramente c'entra Haarp... ahahah


Questa foto l'ho trovata in rete. La pubblico volentieri perché ripresa da un aereo che sicuramente sta rilasciando una scia... ma non certamente a "quota cumuli".
Quella bella montagna col pennacchio è il nostro "Mongibello".
Osservando la foto, una domanda mi sorge spontanea: "ma come fanno gli sciacomici a pensare, e soprattutto a credere, che quell'enorme ammasso di nuvole che copre a tappeto il suolo possa essere il prodotto della cosiddetta "irrorazione" da parte degli aerei? E come fanno a dire e sostenere - str... docet - che gli aerei volano a 2/3.000 mt quando l'Etna che si vede molto in basso è alta più di 3.300 metri?".
Misteri della dabbenaggine.




Chi è Straker, lo Stercorarius sanremensis?  clicca qui!   
.
...e se non volete cliccare ve lo dico io: straker è un essere spregevole: bugiardo, calunniatore, diffamatore, ciarlatano, infame, nazista (in quanto estensore di liste di proscrizione), violatore della privacy, istigatore alla violenza, fifone, parassita, imbroglione, accattone... e mi sono certamente dimenticato altrettante sue qualità...
È necessario metterlo in sicurezza, prima che faccia danni irreparabili.
Conto tanto sulla Magistratura. Spero che si sbrighi.

WASP

33 commenti:

  1. Ma e' ovvio che quelle foto vengono schifose se fotografa contro il sole. Lo sanno anche i bambini che verranno foto brutte. O lo fa apposta?

    RispondiElimina
  2. Lo fa apposta!
    ...e facesse solo quello...

    RispondiElimina
  3. Fa le liste di proscrizione fascista come il killer di Firenze.

    RispondiElimina
  4. Ma questo è più cretino di quanto sembra.
    Cioè, ha una causa pendente con wasp e gli da del pedofilo spudoratamente e pubblicamente nel web, senza prove ovviamente.

    Avevo letto di stebondage da tempo (sembra essere sparito dalla circolazione), ma su di te wasp, cosa avrebbe trovato?

    Questa è roba da farlo sbattere in galera

    RispondiElimina
  5. @Pallequadre
    Purtroppo temo che non ci si riuscirà, almeno per ora. Però non è detto che, dopo la strage dei senegalesi, non si riesca a fare 'sta benedetta legge per l'oscuramento dei siti nazi-xenof-razz-ecc. ecc. C'è un articolo sul "Corriere", oggi, che ne parla.

    Per quanto riguarda il "che cosa avrebbe trovato", te lo dico subito: ha scoperto, con inoppugnabili prove di solidità pari a quella del telemetro, che in realtà Wasp non è il nome inglese del pungente insetto, ma l'acronimo di "We Are Sexual Perverted [sic!]", che dimostra con inoppugnabile chiarezza che stracchino non sa una parola d'inglese. Glie l'ho detto un sacco di volte che "pervertiti" (sostantivo) si dice "perverts", e che se invece volesse usare il participio del verbo (perverted) dovrebbe metterci l'avverbio (sexually), e non l'aggettivo (sexual)... Ma la sua ignoranza della lingua è pari a quella della meteorologia. E anche il maestrino che sa tutto del latino non è che aiuti molto.

    Dico bene, Wasp?

    RispondiElimina
  6. lillallero lillallà

    RispondiElimina
  7. Riccardo ha già spiegato chiaramente la genesi della follia strakeriana nei riguardi del nick "Wasp".
    Io voglio solo ricordare che quando ho adottato quel nick mi sono ispirato solo e soltanto ai romanzi della trilogia "Millennium" di Stieg Larsson in cui la protagonista, abilissima hacker, lo usava per mantenere segreta la sua identità. Niente altro. Io non conosco l'inglese e mai avevo pensato che WASP potesse avere tutti i significati che col passare del tempo ho scoperto. Penso alle Wasp americane durante l'ultimo conflitto mondiale, per passare ai Wasp motori aeronautici, ecc. ecc.
    Il lercio stercorario, invece, l'ha buttata da subito sulla "perversione sessuale"; ci sarà un motivo? In principio calunniava Wasp e Orsovolante accusandoci di essere "trans" - senza ovviamente il minimo fondamento neanche immaginario; ora, dopo le sue accuse verso Stebondage, ha deciso di accomunarmi allo stesso. Ma come ha fatto a scoprire (sempre che sia vero) che Stebondage ha frequentato siti di "bondage"? Non sarà che è lui un assiduo frequentatore di tali ignobili siti?
    Fin da piccolo mi hanno sempre detto che "La lingua batte dove il dente duole...
    Concludete voi: io ho una famiglia, un figlio, dei nipoti, un'attività che opera in città dal 1968... loro (tutti e due) non sono altro che due lerci zitelloni marci dentro; uno indegno maestrino e l'altro un puro parassita!

    RispondiElimina
  8. Inoltre Wasp è anche l'appellativo dato alle donne pilota degli anni '20, ed il cappellino che ho fotografato negli Stati Uniti è diventato l'avatar di Wasp già da tempo.
    I marcianò dichiarano "Non rientra nelle nostre priorità occuparci dei fiancheggiatori del sistema, ovvero dei disinformatori attivi sulla Rete..."

    http://tinyurl.com/npdup9

    Quindi Wasp non lo è, visto che ne parla sempre.. stesso dicasi per me, eSSSe, Attivissimo, ecc.

    Questi "fiancheggiatori" sono ancora da scoprire.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  10. Il fatto che sul sito scriva wasp pedofilo, e sempre in un suo sito affilato e linkato colleghi il suo nick al nome reale, non è calunnia? La scusa del nick anonimizzante dovrebbe perdere di validità.

    RispondiElimina
  11. No, è diffamazione.

    Wasp, io se fossi in te cercherei di capire chi è l'anonimo di due messaggi prima di questo... potrebbe essere interessante.

    RispondiElimina
  12. Riccardo, non ho la competenza (e neanche la voglia) di passare ore a cercare di scoprire l'autore del messaggio. Posso solo immaginarlo.
    Lo cancello perché non lo condivido almeno nella prima parte.

    RispondiElimina
  13. Questi zitelloni sono due personaggi indegni e pericolosi!! io non capisco come sia possibile che continuino indisturbati nella loro opera spargendo fuffa e paranoia per il web.
    spero vivamente che quanto prima vadano a sbattere la faccia contro una bella iniziativa legale da parte di qualcuna delle innumerevoli brave persone che continuano indegnamente a diffamare, primo tra tutti wasp!!
    ho scoperto che un mio "amico" di facebook appoggia la fuffa delle scie comiche, ho provato a farlo ragionare e mi ha rifilato la solita tiritera che voi debunkers avete sentito/letto centinaia di volte, ed ha concluso sostenendo che paolo attivissimo e "compari" sono tutti pagati per disinformare.. :D

    peppe

    RispondiElimina
  14. Si, attento perchè è subdolo e potrebbe venire a mettere infamate qui per attribuirle a te, cercando di proteggersi il culo.

    RispondiElimina
  15. Sono senza parole. O meglio le avrei, ma poi istigo a qualche forma di violenza, come se "il lercio" non lo facesse da solo. Già uno aveva ipotizzato un trattamento a base di sberle per lo stercorario.
    Occhio però: Il Lercio (titolo originale Filth) è un romanzo dello scrittore I. Welsh. Curiosamente, quel genere di Autori è noto anche come... The Chemical Generation!
    Non scherzo: http://en.wikipedia.org/wiki/Chemical_generation

    Ah, sì, dimenticavo la chiusa: STRAKER? PUPPA!

    RispondiElimina
  16. @Attilio: è proprio quello che ho pensato anch'io.

    @Paolo el panza: sono un fan di Irvine Welsh del quale ho comprato e gustato tutti i libri.
    Il Lercio si attaglia perfettamente al nostro lurido Stercorarius sanremensis...

    RispondiElimina
  17. Ah, allora Il Lercio non era una coincidenza... ;)

    RispondiElimina
  18. No, Paolo, il riferimento era puramente voluto. :)

    RispondiElimina
  19. Allora, in onore del vecchio Robbo, inizieremo a chiamarlo vecchio strakko? Tuttimodi, le regole son queste.

    RispondiElimina
  20. Straker ma quanto piacere provi a farti trollare?????

    RispondiElimina
  21. So che ci sono diverse persone che si comportano allo stesso modo, per cui non perdo neanche tempo a scommetterci: sono sicuro che "il lercio di noialtri", vistosi scoperto, abbia tolto quelle tag più offensive.
    Se l'ha fatto... Si avverte l'odore della paura dello sterkorarius? Sì, lo so, può essere confuso con l'odore di qualcos'altro... :-D
    Straker? Puppa!

    RispondiElimina
  22. No, Paolo, non ha tolto niente.

    RispondiElimina
  23. Sai Paolo, è sempre più palese che sia coperto dagli ex colleghi del padre carabiniere e dai colleghi del fratello finanziere. E' impossibile che una persona normale fare tutto quello che fa lui senza mai avere una minima rogna dalle autorità. C'è sicuramente lo zampino dei militari. E' tutta una montatura.

    RispondiElimina
  24. Non credo sia coperto da nessuno, piuttosto viene evitato come si evita una persona con i pidocchi.

    RispondiElimina
  25. Secondo me invece è protetto dai CC.

    RispondiElimina
  26. Come spiegava Nico, per sapere chi lo protegge bisogna vedere chi ci guadagna di piu'.
    Chi ha interesse a che la gente guardi in alto ringhiando invece di guardare dietro casa? Case automobilistiche che ancora ci legano al petrolio (ops, marciano' ha l'auto nuova), la malavita organizzata che gestisce le discariche tossiche abusive. Di possibilita' ce ne sono davvero tante. L'unica cosa certa e' che si tratta di roba che attecchisce con l'estrema destra, quella piu' violenta. Vedi Norvegia, vedi Firenze.
    Wasp tu davvero sei da ammirare per quello che hai dovuto sopportare e ancora oggi sopporti.

    RispondiElimina
  27. Wasp è un grande, su questo non c'è dubbio.

    RispondiElimina
  28. Anonimo,
    io ho solo suggerito di pensare :-)

    Ovvio che se qualcuno fa qualcosa ha un suo scopo. Quello di Marcianò è chiaro: un vero ricercatore fa di tutto per le PROVE delle sue teorie e le mette in discussione con gli altri. Chi preferisce attaccare le persone perchè vogliono discutere le sue teorie, è palesemente in malafede e "protegge" con violenza un orticello che per forza deve convenirgli. A questo punto è chiaro che sotto sotto c'è una fonte di guadagno non totalmente chiara. Poi avere collegamenti con GdF e CC in famiglia... come dice Andreotti "a pensare male si fa peccato, ma ci si azzecca sempre".

    RispondiElimina
  29. CARO AMICO ANONIMO E BANDA AL COMPLETO, SE DITE CHE A PENSARE MALE ... CI SI AZZECCA SEMPRE, ALLORA ANCOR PIU VALORIZZI LA TESI DI MARCIANO' E DI TANTISSIME PERSONE NON CORROTTE, CHE VERAMENTE NON CI GUADAGNANO NIENTE, SE NON LA RICERCA DELLA VERITA' CHE DOVREBBE ESSERE DI TUTTI.AL CONTRARIO,SONO COLORO CHE SI OPPONGONO A TALE RICERCA , CHE CI GUADAGNANO, CHE USANO SISTEMI MAFIOSI, DI DISCREDITO, SI AVVALGONO DI TRIBUNALI, SI INFILTRANO NEI BLOG FOMENTANDO, DISCUSSIONI CON PROVE DI OGNI TIPO CREATE AD ARTE; DI QUESTE PERSONE E DI QUESTI METODI FASCISTI DOVETE VERAMENTE AVERE PAURA NON DI CHI LOTTA CONTRO TALI FORZE SOLO PERCHE' AMA QUESTO PIANETA E NON E' TOTALMENTE IN BALIA DEL CONDIZIONAMENTO, COME LO SIETE VOI .... TANTO é USCITO IPHONE 5, CHI SE NE FREGA !!!

    RispondiElimina
  30. MA COME è OVVIO ... LO SAPETE GIA' !

    RispondiElimina
  31. Qui c'è un altro gruppo di pazzi che ce l'hanno con Sanremo denunciateli tutti! : http://www.youtube.com/watch?v=Pw12wh_vXmk

    RispondiElimina
  32. Poverino WASP , sei da ammirare e rimirare ! tanto bravo, tanto buono, mi viene da piangere !

    RispondiElimina
  33. Altri agenti delle ecomafie in azione. Continuiamo a coprire l'inquinamento degli inceneritori e delle discariche abusive, bravi, e tutti col naso all'insù come comanda il pelato fascistone.

    divertiti col tuo iphone5 la dice lunga :P

    RispondiElimina